NAPOLI – «Illuminazione pubblica assente da settimane nelle stradine secondarie di Chiaia, commercianti costretti a chiudere appena fa buio e residenti che ormai non si sentono più sicuri nemmeno in casa propria». È quanto denuncia Mimmo Addattilo, consigliere della I Municipalità di Napoli. «La situazione è particolarmente insostenibile in Via Bisignano, Via Fratelli Magnoni e Via Camillo Cucca, ma mi arrivano segnalazioni anche da altre zone del quartiere, dove vengono messe a rischio non solo le attività commerciali, già fortemente colpite dalla crisi economica innescata dalla pandemia, ma la sicurezza dei cittadini», spiega l’esponente del parlamentino di Chiaia-Posillipo-San Ferdinando. «Il disservizio è stato più volte da me segnalato alla Citelum (azienda che opera nel campo dell’illuminazione pubblica), ma gli alert sono rimasti praticamente inascoltati. E al buio di Chiaia si aggiunge, il buio amministrativo di Palazzo San Giacomo, col Comune ormai lontano anni luce dalle necessità della vita quotidiana. Io continuerò a segnalare finché la situazione non tornerà alla normalità, e non sarà ristabilita la vivibilità nelle zone in cui è venuta a mancare da troppi giorni», conclude Mimmo Addattilo.

Napoli, 20 febbraio 2021                                     L’ufficio stampa

Mimmo Addattilo.jpegMimmo Addattilo.jpeg~53 KBVisualizza Download

I Municipalità di Napoli, zone al buio, a rischio la sicurezza dei residenti (2).jpegI Municipalità di Napoli, zone al buio, a rischio la sicurezza dei residenti (2).jpeg~41 KBVisualizza Download

I Municipalità di Napoli, zone al buio, a rischio la sicurezza dei residenti.jpegI Municipalità di Napoli, zone al buio, a rischio la sicurezza dei residenti.jpeg~32 KBVisualizza Downloa

21 Febbraio 2021