L’AFRAGOLESE NON SBAGLIA, NOLA BATTUTO IN CASA
Un’Epifania particolare, una giornata di intensa pioggia ed un derby senza tifosi. E’ il primo
turno infrasettimanale che si è svolto in questo campionato di Serie D – Girone G tra Nola e
Afragolese. Due squadre con decenni di storia alle spalle e che oggi, con obiettivi diversi,
stazionano nello stesso girone dopo diversi anni. Per i bianconeri è anche una giornata particolare
per la scomparsa del tifoso Giuseppe Di Lorenzo, omaggiato con uno striscione ed una corona di
fiori prima del match. Mister Campana deve rinunciare per infortunio a Ruggiero, Calvanese,
Bencivenga e per squalifica a Palumbo e non ha a disposizione neanche il neo arrivato Luigi Rizzo.
L’Afragolese arriva dopo il brutto stop con il Muravera e, un po’ a sorpresa, rinuncia sia a Fava
Passaro che Caso Naturale che si accomodano in panchina. I primi minuti della gara non regalano
molte emozioni e il gioco è spesso spezzettato da diversi scontri. Al 19′ è però l’Afragolese a
passare in vantaggio: cross dalla sinistra di Liguoro, buco difensivo e inzuccata sul secondo palo
di un solitario Energe. Il Nola tenta di imbastire azioni pericolose e ci riesce alla mezz’ora quando
Gassama si ritrova davanti a Sorrentino che però lo ipnotizza e gli nega la gioia del pari. Come
succede di solito, a gol sbagliato segue un gol subito: al 35′ il Nola comincia l’azione da dietro ma
quando la palla arriva al portiere Bellarosa, il rilancio di quest’ultimo va a colpire Puntoriere e la
palla va clamorosamente in rete per il rocambolesco 0-2. Il gol dà una mazzata psicologica ai
nolani che a inizio secondo tempo rischiano anche di capitolare: lancio tra le linee per Sogno che
davanti a Bellarosa spara clamorosamente sulla traversa. Il Nola tenta di accorciare ma ogni
tentativo risulta impreciso o trova la decisa respinta di Sorrentino. Per i bruniani la classifica non si
muove ma si riavvicina la Torres che con i bianconeri ora si divide l’ultima posizione in classifica.
Prossimo appuntamento domenica 10 in casa contro la Nuova Florida, terzultima a 6 punt