Maroni operato al neurologico Besta di Milano, condizioni “soddisfacenti”

Dopo il malore dei giorni scorsi nella sua casa di Varese

Le condizione dell’ex governatore Roberto Maroni, operato oggi all’Istituto neurologico Besta di Milano, sono “soddisfacenti”. Lo ha reso noto, in un comunicato, l’ospedale.

“In merito alle condizioni cliniche di Roberto Maroni, sottoposto oggi a un intervento presso la Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico ‘Carlo Besta’, la direzione sanitaria dell’istituto informa – si legge nel comunicato – che le condizioni cliniche del paziente sono soddisfacenti e che lo stesso è sveglio e cosciente. In accordo con la famiglia non saranno diramati altri bollettini medici in assenza di significativi sviluppi”.

L’ex governatore aveva avuto un malore, nei giorni scorsi a casa sua a Lozza (Varese) ed era stato ricoverato all’ospedale di Varese da cui è stato poi trasferito nel nosocomio milanese. La famiglia ha chiesto la massima riservatezza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un’ampia voragine si è aperta nel parcheggio dell’ospedale del Mare, nella periferia est di Napoli. Potrebbe essere riconducibile a un cedimento determinato da infiltrazioni. E’ profonda una ventina di metri ed è ampia circa 2000 metri quadrati. Il fatto è accaduto all’alba di oggi.

 

Non si registrano persone coinvolte anche se alcune autovetture sono finite nella voragine. Sul posto sono presenti i carabinieri e i vigili del fuoco. Il fatto è accaduto lontano dal Covid center e ad un centinaio di metri dal primo edificio della struttura ospedaliera.

Al momento è esclusa la natura dolosa della voragine che si è aperta nel parcheggio dell’ospedale del Mare che si è verificata nella mattinata di oggi all’ospedale del Mare, nel quartiere napoletano di Ponticelli. E’ quanto informa una nota dell’Asl Napoli 1. In tutto l’Ospedale del Mare al momento è interrotta l’alimentazione elettrica ma il presidio è alimentato dai gruppi elettrogeni che garantiscono la piena operatività della struttura. Nel più breve tempo possibile l’ASL Napoli 1 Centro provvederà a chiudere temporaneamente il Covid Residence per impossibilità a garantire acqua calda e energia elettrica.

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha effettuato sopralluogo, accompagnato dal direttore generale dell’Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva.”Ci occuperemo anche di questo”, ha detto il governatore.